In Provincia gli esami per l’abilitazione venatoria

Alla prima sessione d’esame circa 90 aspiranti cacciatori, previste altre due sessioni a maggio e ottobre

Sono in corso gli esami per aspiranti cacciatori (foto Uff. Stampa Provincia)

Cuneo – Sono iniziati giovedì 28 marzo in Provincia a Cuneo gli esami di abilitazione venatoria per diventare cacciatori. Proseguiranno per tre giorni e sono già previste altre due sessioni di esami il 6 maggio e in autunno il 7 ottobre. In questa sessione sono circa 90 i nuovi aspiranti cacciatori, si stima un numero di circa 8 mila  cacciatori attivi su tutto il territorio provinciale.

Per essere ammessi all’esame i candidati devono presentare la domanda alla Provincia – Ufficio Caccia, Pesca, Parchi e Foreste – entro il ventesimo giorno prima delle singole sessioni d’esame. La commissione d’esame provinciale è guidata dal dirigente del Settore Tutela Fauna Alessandro Risso e composta da alcuni dipendenti del Settore Vigilanza esperti in zoologia, agricoltura con riferimento faunistico ed un esperto in armi. I candidati, tra cui a volte anche alcune donne, vengono valutati con un colloquio su materie di ambito giuridico (leggi e regolamenti comunitari, statali e regionali per la tutela della fauna e per la disciplina della caccia),  faunistico (zoologia applicata alla caccia), ambientale ( tutela dell’ambiente e principi di salvaguardia delle produzioni agricole), armi da caccia e loro uso, norme di pronto soccorso e devono anche dimostrare di saper distinguere le varie specie animali alpine conservate nell’esposizione permanente di selvaggina imbalsamata della Provincia (consultabile il martedì dalle 10 alle 12 previo appuntamento). Ai candidati è chiesta anche una certa perizia nello smontaggio, montaggio e uso delle armi da caccia. Per facilitare lo studio degli aspiranti cacciatori la Provincia di Cuneo ha predisposto un testo per la preparazione all’esame di abilitazione venatoria ed ha pubblicato on line la rassegna della collezione tassidermica degli animali selvatici presenti sul nostro territorio.

Per sostenere l’esame i candidati devono presentare domanda alla Provincia allegando il modulo di domanda in bollo da 16 euro, certificato medico di idoneità all’esercizio venatorio in bollo, certificato di residenza in bollo o autocertificazione di residenza in provincia di Cuneo, fotocopia documento di indentità e codice fiscale. Il rilascio del certificato di abilitazione venatoria è subordinato all’avvenuto pagamento della relativa tassa di concessione regionale e alla presentazione di una marca da bollo di 16 euro da applicare sul certificato.

Carla Vallauri – Uff. Stampa Provincia

Potrebbero interessarti anche...